La splendente nazione dell'Est

La rovina di Arrowdale

Quinta giocata della campagna

Non abbiamo scoperto nulla sulla forgia che usava l’Ordine dell’Artiglio di Smeraldo, ma durante la festa di compleanno del Principe parliamo con Aarren d’Cannith e lui si mette ad indagare per capire cos’è successo con la forgia.

Andiamo anche al Mausoleo di famiglia per capire se quella che abbiamo visto era la vera Mishann. La tomba è stata trafugata, è aperta e sotto c’è l’inizio di un labirinto di cunicoli sotterranei. Probabilmente il cadavere di Mishann è stato trasportato via attraverso questi cunicoli, quaranta anni fa. I cunicoli sono di origine naturale, ma c’è anche il sentore di qualcosa di arcano – forse la corruzione che ormai conosciamo bene.

In questi giorni arriva a re Callister un rapporto da Arrowdale, dove si trova un osservatorio planare. I loro esami confermano che Telanis sta avendo dei picchi di sovrapposizione con Eberron. Forse potrebbero sapere qualcosa di più sull’origine di queste anomalie. Il treno folgore è stato ripristinato quindi decidiamo di andare ad Arrowdale.

Mentre indaghiamo all’osservatorio arriva un dispaccio dal confine con il Karrnath: sta ammassando le forze e intende attaccare il Cyre. Dobbiamo approntare le difese della città. Qualche giorno dopo vediamo l’esercito disporsi intorno ad Arrowdale, sono per la maggior parte non-morti e hanno anche dei troll mercenari. Diamo una mano nella difesa: Caius e il Principe riescono a mettersi in contatto con i troll mercenari che militano per il nemico e col denaro ne convincono alcuni a tradire la causa del Karrnath; Tanequil rinforza le mura della città; Sir Gideon crea una forza di elite con i miliziani per andare ad attaccare i generali e creare scompiglio nell’esercito; Jarell posiziona delle trappole nelle zone meno battute che rendano i non-morti irrecuperabili una volta morti (sabbie mobili, ecc…); il Senzanome prepara delle bombette che al contatto rilasciano dei fulmini che rimbalzano fra i nemici.
Il nostro apporto si rivela fondamentale nella difesa della città.

Dopo un mese di assedio, una notte l’esercito Karrnath sferra un attacco di massa finale. Le nostre efficaci difese riducono di molto il numero di attaccanti, ma alla fine alcuni nemici riescono a superarle e improvvisamente ci troviamo tre troll davanti. I troll sono ossi duri, quando li sconfiggiamo ci dimentichiamo di bruciare i corpi e si rialzano, in più quando riusciamo a dargli fuoco continuano a combattere anche da scheletri. Purtroppo questo attacco era un diversivo per permettere al resto dell’esercito di entrare in città.

Sir Gideon ha la visione di un gruppo di nemici che sta andando verso una luce che sembra quella di una candela, ma molto bianca. Sembra che stiano per trovare quello che stavano cercando, quindi iniziamo subito ad inseguirli. Tanequil sale sui tetti, il Senzanome prende il volo e li segue dall’alto, guidando gli altri. Li raggiungiamo e ci facciamo dire con le cattive dove stanno andando. Sono stati mandati dal generale Thungar (il padre di Caius) a raggiungere una donna di nome Jaleh che a quano pare è una traditrice del Cyre e si trova in città. Per farsi trovare lei ha acceso una candela notturna, un oggetto magico che risplende solo per chi ci si è sintonizzato con un rito di sangue. Intanto arrivano notizie da Metrol, l’esercito del Cyre è a un paio di giorni di distanza da Arrowdale: i rinforzi stanno arrivando!

Ci facciamo spiegare come raggiungere la donna traditrice, poi ci travestiamo da guardie nemiche e ci infiltriamo a casa sua. In una stanza della casa troviamo una vecchia che minaccia un bambino con un coltello: sta per fare un sacrificio umano. Non possiamo fermarla prima che gli tagli la gola. Poi inizia a versare il sangue in un pozzo che ha lì davanti. Caius ha apprezzato la scena del sacrificio. Alcuni servi escono dalle pareti, è battaglia.

Neutralizziamo la vecchia quasi subito, e rivela la sua vera natura trasformandosi in un tiefling. Curiamo il bambino, la quantità di sangue che ha versato nel pozzo è minima, ma riusciamo giusto a finire il combattimento che la terra inizia a tremare. Si apre una voragine mentre ci precipitiamo fuori dalla casa, che viene inghiottita. Abbiamo trasportato fuori la vecchia/tiefling svenuta e il bambino. Anche alcuni edifici intorno cadono nel buco e una parte della città viene fagocitata. Dalle fenditure nel terreno escono dei ghoul, anche l’edificio dell’osservatorio rischia di cadere; la gente fugge impazzita. I prossimi obiettivi sono salvare la gente della città e impedire che l’osservatorio crolli.

Corriamo verso l’osservatorio evitando edifici che ci crollano addosso e voragini che si aprono sotto i piedi. Appena fuori dall’osservatorio incontriamo una forte resistenza: numerosi ghoul, due troll e il generale Thungar. Il generale è un osso veramente duro, alla fine dello scontro siamo tutti stremati, ognuno di noi ha rischiato di lasciarci le penne. Portiamo via la strumentazione dall’osservatorio e ce ne andiamo dalla città. Arrowdale sprofonda e la voragine si espande lentamente anche alle regioni circostanti. Ciò che viene inghiottito viene mutato per sempre.

Comments

Guolfo ToteM

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.